free html templates


Sabato 14 Dicembre 2019  - Ore 21:00

LA VITA E' UN FANCIULLO CHE GIOCA

Compagnia Il Laboratorio degli Archetipi
La vita è un fanciullo che gioca anche in tempo di guerra, quando il frastuono delle armi incombe e difficile è prendere sonno tra braccia materne. Il gioco della vita continua tra le onde che squassano i fianchi di una barca in fuga. La vita in gioco è sfida, apertura, voglia di farcela, raggiungere un approdo seppur provvisorio. Su un lembo di terra la vita ritrova se stessa in chi assapora i profumi dell'erba, in chi prende dimora nei luoghi che percorre e contempla. La vita è un fanciullo che gioca quando, al di là delle sconfitte e delle prove, ci si sente animati da una forza interiore che si percepisce vibrante nei colori del giorno, negli astri del cielo notturno, nella luna sognante. Il gioco è scrittura, conquista di uno spazio bianco di un foglio percorso da un esile segno di inchiostro che avanza tremante dipanando il filo di un'immaginazione liberatrice per chi l'immobilità ha bloccato sin dall'infanzia in un labirinto. Ispirata ad un frammento di Eraclito, la performance di teatro musica e danza porta in scena la scrittura poetica di Federico Leone Bonifati: frammenti tratti dagli scritti composti dall'autore in occasione di spettacoli di piazza e di laboratori teatrali dedicati alle vicende contemporanee della guerra in Medio Oriente e delle tragedie nel Mediterraneo, tra l'altro fonti di indicibile sofferenza per migliaia di bambini.  Musica di Alberto Braida con la voce recitante di Marco Pepe, la coreografia di Andrea Butera e la partecipazione di Federico Leone Bonifati. Animano Sabrina Inzaghi, Luca Maccagni, Monica Vitali.